CONTINUA IL PERCORSO DI CRESCITA DI MIA PHOTO FAIR 2017

Milano, The Mall

 

Nei suoi quattro giorni di apertura, la più importante fiera italiana dedicata alla fotografia d’arte ha visto 25.000 persone alternarsi negli stand allestiti a The Mall, oltre il 10% in più rispetto al 2016.

Indice positivo anche per le vendite, incrementate rispetto alla scorsa edizione.

 


MIA Photo Fair chiude la sua settima edizione con un bilancio ampiamente positivo. La più importante fiera italiana dedicata alla fotografia d’arte, che si è tenuta a Milano dal 10 al 13 marzo, conferma un ottimo riscontro di pubblico e un confortante “segno più” alla voce vendite. Quattro giorni interamente dedicati alla fotografia, durante i quali sono stati raggiunti i 25.000 visitatori, il 10% in più rispetto all’edizione del 2016;
mentre ammontano all’85% gli operatori, tra gallerie e artisti indipendenti presenti della sezione Proposta MIA, riusciti a concludere vendite.

“Un’edizione, questa del 2017, che ci permette di fare un bilancio positivo, sia per quanto riguarda la qualità della proposta, sia per ciò che concerne il mercato” commenta Fabio Castelli, ideatore e direttore di MIA Photo Fair. “Abbiamo avuto riconoscimenti positivi da parte del pubblico, che ha apprezzato il percorso di crescita svolto dalla fiera, forte dell’esperienza ormai settennale. Dall’altra parte, l’aumento delle vendite, con l’acquisto di diversi pezzi a cifre anche importanti, dimostra il crescente interesse da parte dei collezionisti”.

Tra le gallerie che hanno registrato buoni risultati in termini di vendite, spiccano le milanesi Officine dell’Immagine, che quest’anno ha proposto una selezione di artisti africani (Halida Bougriet, Bronwyn Katz e Maurice Mbikayi), Antonia Jannone disegni di architettura, con Marco Palmieri e Vera Rossi, M4A Made 4 Art, Opiom, MC2 Gallery, la berlinese Podbielski contemporary, MLB Maria Livia Brunelli di Ferrara. Per Proposta MIA ottimi risultati per Caroline Gavazzi, di base a Milano e Londra, che ha presentato la serie “Sospiri Tropicali”, ma anche Yuri Catania e Roger Corona.

La novità del 2017 è stata sicuramente la forte presenza straniera, resa ancora più vivace dai Focus legati a tre aree geografiche: Asturie (Spagna), Brasile e Ungheria, mentre si è consolidata la presenza della performance, con il progetto ArtOnTime, reso possibile grazie al supporto di Eberhard.

PREMI – Nell’ambito di MIA Photo Fair, ilPremioBNL Gruppo BNP Paribas, giunto alla sua sesta edizione, è stato assegnato a Claudio Gobbi (Ancona, 1971), presentato dalla We Gallery di Berlino, con l’opera Ural Studies, un paesaggio romantico e nostalgico, entrata nelle collezioni dell’istituto di credito.

Codice MIA, il progetto, ideato e a cura di Enrica Viganò, che si pone all’interno della programmazione di MIA Photo Fair come un evento di riferimento per gli artisti mid-career che intendono confrontarsi direttamente con esperti del collezionismo a livello internazionale, giunto alla sua quinta edizione, ha premiato Davide Monteleone, il cui lavoro si distingue per la rappresentazione delle complesse scene sociali e politiche, che l’autore caratterizza con una visione originale e focalizzata. Il secondo posto è andato all’egiziana Laura El-Tantawy, cha impressionato la giuria con il suo viaggio personale e politico, espresso meravigliosamente sia nelle sue fotografie che nello straordinario libro autoprodotto.

La prima edizione del Premio RaM Sarteano, nato con l’intenzione di far emergere e supportare nuove proposte artistiche, è andato a Raffaele Montepaone e Marshall Vernet.

È Caroline Gavazzi la vincitrice della seconda edizione del Premio Proposta MIA dedicato alla memoria di Massimo Gatti, promosso dalla Galleria Glauco Cavaciuti in collaborazione con MIA Photo Fair. Un premio che mira a mantenere viva la memoria di una personalità come quella di Gatti e a sostenere giovani fotografi.

Tra le novità di quest’anno, il Premio Piaceri d’Italia che vuole essere un’occasione per sostenere la giovane fotografia, ha premiato Ulderico Tramacere.

Grande interesse da parte del pubblico per le proposte del programma culturale: da “Collezione per due”, ovvero le interviste di Sabrina Donadel ad alcune coppie di importanti collezionisti, a “The Voyage”, il progetto di Azimut Yachts con Francesco Jodice, fino alle presentazioni editoriali che hanno visto protagonisti David Yarrow, Ferdinando Scianna e Yuri Catania.

Cresciuti in maniera esponenziale i numeri dei social: quasi raddoppiati i follower di Instagram, numerosissime le interazioni di Facebook, mentre il contest #miaphotomilano organizzato con @igersMilano ha ottenuto in 2 settimane oltre 3000 post.

 

Milano, 14 marzo 2017

 

MIA Photo Fair 2017

The Mall – Milano Porta Nuova

10 – 13 marzo

 

Informazioni:

Segreteria Organizzativa MIA Photo Fair

Via San Vincenzo 22 – 20123 Milano

Tel. / Fax +39.0283241412

info@miafair.it - www.miafair.it


Ufficio Stampa

CLP Relazioni Pubbliche – Daniela Ambrosio, tel. 02.36755700

 

daniela.ambrosio@clponline.it | www.clponline.it

© 2012 CLP Relazioni Pubbliche - Informativa sulla Privacy - Powered by Eternet S.r.l.