16 novembre | Incontro con BEAT KUERT: Processualità ideative e attuative di un libro d’artista

Milano, Biblioteca Nazionale Braidense - Sala Maria Teresa
Allegati: 

 

 

 

MILANO - BIBLIOTECA NAZIONALE BRAIDENSE (SALA MARIA TERESA)

GIOVEDÌ 16 NOVEMBRE 2017, ORE 10.30

L’INCONTRO CON BEAT KUERT

PROCESSUALITÀ IDEATIVE E ATTUATIVE DI UN LIBRO D’ARTISTA.

 

Secondo appuntamento di Insight in Braidense, progetto di arte relazionale

a cura di Erica Tamborini

 

 

Giovedì 16 novembre 2017, alle ore 10.30, la Sala Maria Teresa della Biblioteca Nazionale Braidense di Milano, ospiterà il secondo appuntamento di Insight in Braidense, un progetto di arte relazionale costituito da una serie di incontri ideati e curati da Erica Tamborini, diretti da Mariella Goffredo, direttrice della Biblioteca Nazionale Braidense.

 

Protagonista sarà l’artista e regista svizzero Beat Kuert (Zurigo, 1946) che nel corso dell’evento, dal titolo Processualità ideative e attuative di un libro d’artista. Il caso Beat Kuert, presenterà il volume Beat me. A pictorial requiem to hallucination and desire, pubblicato da Eyemazing Editions di Amsterdam, che descrive e definisce il suo immaginario onirico.

 

A parlarne sarà lo stesso Beat Kuert, coadiuvato dal suo team diretto dalla fotografa e performer Francesca Martire, che coordina gli eventi dell’artista. Sarà l’occasione per dialogare con gli studenti e rivelare il suo “fare” attraverso la decostruzione e la “messa a nudo” delle proprie processualità artistiche.

 

Partecipano all’incontro, il professor Rolando Bellini, critico e storico dell’arte, ordinario di Storia dell’arte e Museologia del contemporaneo e il professor Roberto Rosso, fotografo, ordinario di Fotografia e direttore della Scuola di Nuove tecnologie per l’arte dell’Accademia di Brera.

A essi si affiancheranno, inoltre, Tiziana Troja, attrice e regista di “lucidosottile”, Heliya Haq, Lilia Kurashova e Lianna Soulintzi per un intramezzo performativo, oltre a Francesco Bianchi e Paride Carrara.

 

A chiusura del suo intervento Beat Kuert donerà alla Biblioteca Braidense una propria opera d’arte e una copia del libro. Lo stesso artista devolverà il 50% della vendita del volume Beat me. A pictorial requiem to hallucination and desire per finanziare uno dei progetti di restauro del fondo librario braidense.

 

Insightè uno “strumento” creativo di Erica Tamborini. Un portale d’interazioni e co-azioni implicante molteplici soggetti e istituzioni. È un open project che si “manifesta” in diverse forme assumendo entità estetiche plurali.

Insight in Braidense prevede una serie di tre incontri in cui saranno protagonisti differenti soggetti: gli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Brera, i suoi docenti, personalità artistiche e intellettuali in rappresentanza di altre istituzioni universitarie e non, intenti ad interagire all’interno del Palazzo di Brera con il luogo ospitante, la Biblioteca Nazionale Braidense, accendendo al tempo stesso un dialogo incardinato su una sperimentazione relazionale volta a declinare, secondo varie accentazioni etiche ed estetiche, inaspettati esiti artistico-conoscitivi. Il ciclo si chiuderà con la mostra, in programma alla Biblioteca Nazionale Braidense dal 28 maggio al 15 giugno 2018, ET la performance e i suoi fotografi.

 

Beat Kuert (Zurigo, 1946) si esprime come filmaker, regista indipendente, documentarista. Dal 2005 si concentra sulla fusione tra linguaggi espressivi differenti, lavorando principalmente su video e performance insieme al collettivo dust&scratches. La sua prima performance, Donna Carnivora, è stata presentata a Venezia presso la Scoletta dei Battioro e Tiraoro, nel 2007. Ha esposto il progetto Destroyed Lines a Pechino (Yuanfen Flow ed Imagine Gallery, 2010) e la serie fotografica Wunderkammer alla M&C Saatchi Gallery di Shanghai (2012). Nel 2013 è stato invitato come ospite d‘onore alla IX New Florence Biennale con la sua prima installazione site-specific Et Sic in Infinitum. Nel 2015, nell’ambito della 56^ Biennale d’Arte di Venezia, a Palazzo Bembo ha presentato l’installazione site specific FaultLine / TimeLine. Biennale 2017 “Good Morning Darkness”.

 

Milano, novembre 2017

 

 

Processualità ideative e attuative di un libro d’artista. Il caso Beat Kuert

Milano, Biblioteca Nazionale Braidense - Sala Maria Teresa (via Brera 28)

Giovedì 16 novembre, ore 10.30

 

Ingresso libero

 

Informazioni: insightbyet@gmail.com

 

Comunicato stampa, programma degli eventi Insight in Braidense e immagini su www.ericatamborini.com

 

 

Ufficio stampa Beat Kuert

 

CLP Relazioni Pubbliche | Anna Defrancesco | tel. 02 36 755 700 | anna.defrancesco@clponline.it | www.clponline.it

© 2012 CLP Relazioni Pubbliche - Informativa sulla Privacy - Powered by Eternet S.r.l.